Man Ray mette un manico nel collo

Man Ray mette un manico nel collo

Man Ray, nella seconda metà dei '60, realizza un classico oggetto d'affezione: Le manche dans la manche. Onorando alla perfezione il motto lautréamontiano, l'opera in questione è frutto dell'incontro fortuito di due oggetti provenienti da contesti differenti, che la logica non vorrebbe appaiati. Un martello è infatti infilato in una bottiglia di latte vuota. Ma perché? Anche in questa occasione, come capita sovente nella produzione di Man Ray, nel titolo si risolve l'enigma. In francese manche significa sia "manico" che "manica", a seconda se la parola sia declinata al maschile o al femminile. In questo caso, per estensione, manche al femminile designa il collo della bottiglia e l'omofonia rousselliana, traducibile in italiano con l'espressione "il manico nella manica", allude, evidentemente, alla sfera sessuale. Lo stesso termine indica quindi un oggetto a simboleggiare la donna, la bottiglia, e uno a rappresentare l’uomo, il martello. In Man Ray, come in Marcel Duchamp, la dicotomia maschio/femmina è centrale: il manico del martello inserito nel collo della bottiglia è quindi la metafora di un amplesso amoroso e allo stesso tempo un gioco di parole tridimensionale. L'opera ricorda un ready-made puro di DuchampIn Advance of the Broken Arm. Un badile da neve viene firmato, datato ed esposto appeso al soffitto. In questo caso si può comprendere il senso dell'operazione ludica non tanto leggendo il misterioso titolo ma descrivendo l'oggetto in inglese con la frase "a pole in air", omofonia quasi perfetta di Apollinaire, il poeta francese d'avanguardia. Le manche dans la manche infine è il secondo oggetto d'affezione del Man Ray degli anni '60 a vedere l'impiego di una bottiglia dopo l'opera Séismographe

 

 

 

Man Ray realizza Le manche dans la manche nel 1967, con un martello di legno e metallo e una bottiglia di vetro. 

 

 

 

 

Screamin' Jay Hawkins subisce un sortilegio da Paul McCartney e si dà al reggae

Screamin' Jay Hawkins subisce un sortilegio da Paul McCartney e si dà al reggae

Il vino di Man Ray fa tremare la terra

Il vino di Man Ray fa tremare la terra