Li'l Millet e la sua mancata Rock Around the Clock

Li'l Millet e la sua mancata Rock Around the Clock

McKinley James Millet è un cantante, pianista e bassista di New Orleans. Ha due soprannomi Mac e Li'l: e proprio con quest'ultimo strano vezzeggiativo incide il suo unico 45 giri per la Specialty Records di Los Angeles. Ma prima di essere accalappiato in un club di Thibodaux, Louisiana, da Bumps Blackwell, aveva cercato la sua strada sotto l'influenza dei Gondoliers Edgar Blanchard e partecipando alla fondazione del gruppo Hawketts. Da questi ultimi, esce prima della pubblicazione del loro classico carnevalesco "Mardi Gras Mambo", cantato dal ben più blasonato sostituto di Li'l: Art Neville.

Accompagnato dalla band Creoles, pubblica nell'epoca d'oro del primo rock'n'roll, il suo singolo "Rich Woman/Hopeless Love". Il lato A è fortemente ispirato a "Diddley Daddy" di Bo Diddley ma, grazie alla presenza fiatistica e alla vocalità del protagonista, si avvicina stilisticamente alla produzione di Fats Domino. Il lato B è una canzone d'amore, indolente e sofferta, alla maniera di Sugar Boy, altro musicista della scena di New Orleans. La stessa band, sotto il nome di Shaw-Wees, accompagna nelle medesime sessions il cantante e trombonista Edgar "Big Boy" Myles nell'incisione di "Who's Been Fooling You/That Girl I Married", il singolo gemello.

"Who's Been Fooling You" a firma di R.Byrd e "That Girl I Married" composta dallo stesso Myles, sono due brani, a tematica romantica, meno originali e più consueti. Due buone incisioni, con un ritmo sostenuto, una voce squillante e la chitarra e il piano a prendere il predominio sui sax. Nonostante oggi il fascino dell'esecuzione di Li'l oggi faccia impallidire la performance del suo amico e collega, è proprio Big Boy ad avere un minimo di continuità di carriera come sessionman e persino come solista: un'altra manciata di singoli a nome proprio a sommarsi ad un 45 giri precedente alla doppia session, sotto la sola sigla Sha-Weez.

Durante le sedute di registrazioni dei sue 45 giri gemelli il gruppo Creoles/Shaw-Wees è composto da Li'l Millet alla voce e al basso, da Big Boy Myles alla voce e al trombone, da Warren Myles al piano, Lee Allen e James Victor Lewis ai sax, Ernest Mare alla chitarra e Bartholomew Smith alla batteria. I due pezzi interpretati da Li'l sono scritti da Millet insieme a Dorothy LaBostrie, autrice del successo di Little Richard "Tutti Frutti". Non a caso Millet, l'anno successivo collabora con Bumps Blackwell alla scrittura di "All Around the World", brano inciso da Little Richard come lato B di "The Girl Can't Help it".

Troppo esigua la produzione di Li'l Millet, troppo indolente nel suo brano maggiore, "Rich Woman", per passare alla storia alla pari degli indiavolati e forsennati miti del primo rock'n'roll. Eppure "Rich Woman" avrà un suo seguito grazie alla cover riuscita dei Canned Heat, con Alan Wilson all'armonica e Bob Hite alla voce. La versione contenuta nell'album d'esordio della band è solo la prima di una serie di interpretazioni di artisti bianchi, dai revivalisti Fabulous Thunderbirds alla rockstar Robert Plant. Non per nulla, l'esperto Rick Coleman considera il pezzo un "capolavoro minore". Forse il giudizio è un po' generoso ma di certo non lontano dal vero. 

Insieme ad alcuni altri inediti di minore importanza, è emersa però su antologie tarde un inedito dell'epoca: "Rock Around the Clock". La canzone omonima del famoso successo non può certo competere con la freschezza del brano di Bill Haley: un incedere più lento e l'assegnazione del ruolo solista ad un sax invece della chitarra rende l'inedito dei Creoles meno dirompente. Accompagnato, in questo caso, dalla band di Cosimo Matassa, composta da Lee Allen, Alvin Tyler, Edward Frank, Earl Palmer, e forse Frank Fields e Justin AdamsLi'l Millet è convincente ed efficace nell'esecuzione. Resta quindi il rimpianto della mancata pubblicazione.

Non si conosce il motivo per il quale è il brano sia stato respinto e accantonato da Art Rupe, produttore della Specialty. Probabilmente la somiglianza di una parte del testo al celebre standard rock'n'roll, pubblicato due anni prima. Forse una mancata fiducia nelle possibilità del nostro, che sicuramente non può essere posto sullo stesso piano di Little Richard, Fats Domino o Bo Diddley. Eppure la scelta scellerata della casa discografica sembra davvero un'occasione mancata nella carriera di Li'l, una decisione penalizzante che lo ha relegato al ruolo di musicista di seconda fila, se non di emerito sconosciuto. 

 

 

 

Il 45 giri "Rich Woman/Hopeless Love" viene pubblicato dalla Specialty nel 1955 a nome Li'l Millet and His Creoles. Il 45 giri "Who's Been Fooling You/That Girl I Married" viene pubblicato dalla Specialty nel 1955 a nome Big Boy Myles and the Shaw-Wees. Il 45 giri di Little Richard "The Girl Can't Help It/All Around the World", con il lato B scritto da Millet e Blackwell, viene pubblicato sempre dalla Specialty nel 1956. La "Rock Around the Clock" di Li'l Millet, frutto di una session del 1956, è emersa in una serie di antologie tarde, insieme a qualche altro inedito del periodo. 

 

Gli Strangers e Joel Scott Hill: tra surf e surfabilly

Gli Strangers e Joel Scott Hill: tra surf e surfabilly

Rockafeller Skank: il modernismo come collage di pezzi del passato

Rockafeller Skank: il modernismo come collage di pezzi del passato