The Message Dub Wise di Prince Buster: il primo album dub della storia

The Message Dub Wise di Prince Buster: il primo album dub della storia

Prince Buster rappresenta il primo vero protagonista della musica giamaicana, negli anni precedenti alla folgorante ascesa di Bob Marley. L’eroe della scena ska e rocksteady, nato artisticamente a inizio anni ‘60, viene scalzato dal suo ruolo egemone proprio durante l’affermazione del reggae, tra il 1968 e il 1972. La fase calante di ska e rocksteady non deve fare i conti solo con il progressivo successo del reggae ma anche con lo strisciante avvento della dub. Tra la nascita casuale della tecnica per mano di Rudolph “Ruddy” Redwood e Byron Smith e la maturazione del genere ad opera di King Tubby e Lee “Scratch” Perry, Buster dà però alle stampe il primo LP di dub. The Message Dub Wise è un’opera misteriosa a livello artistico e storico: musicalmente i brani dell’opera vantano un fascino particolare e nelle note di copertina non vengono riportati dati certi sulla sua realizzazione. Non si conoscono i nomi dei membri della band Prince Buster All Stars, il leader viene accreditato solamente come arrangiatore e produttore e non compaiono data e luogo di registrazione. Il disco viene stampato nel 1972, in sole mille copie e consiste, almeno provvisoriamente, nel canto del cigno del musicista.

La voce che apre e chiude la cerimonia è quella dell’esordiente Manley Augustus Buchanan: il toaster è immortalato insieme a Buster nella foto sul retro di copertina mentre il suo nome d’arte, Big Youth, viene impiegato come titolo dell’ultima traccia, l’unica cantata di tutto il disco. Nel corso degli anni, si sono identificati anche altri tre musicisti presenti all’incisione: l’ingegnere del suono Carlton Lee, il bassista Aston “Familyman” Barrett e il batterista Carlton Barrett. Rimangono invece anonimi i fiatisti, nonostante il flauto e la melodica risultino essere strumenti centrali negli arrangiamenti degli strumentali. Nel complesso il disco è originale e riuscito ma Prince Buster interrompe la produzione discografica. La parabola discendente della sua carriera non è determinata solo da un generale mutamento di stili e gusti: la sua fede musulmana mal si concilia alla crescente diffusione della religione rastafariana sull’isola. E così, dal 1973, Buster esce di scena: nel biennio successivo  Augustus Pablo e Keith Hudson, Impact All Stars e Dub Specialist affiancheranno King Tubby e Lee “Scratch” Perry" nella creazione del genere, in assenza del titolare del primo disco di musica dub.

Prince Buster pubblica, per la Melodisc Records Ltd., The Message Dub Wise nel 1972.

L’Harlem Cultural Festival: la Black Woodstock dimenticata

L’Harlem Cultural Festival: la Black Woodstock dimenticata

May the Circle Remain Unbroken dei 13th Floor Elevators:  Roky Erickson e la psichedelia della tradizione

May the Circle Remain Unbroken dei 13th Floor Elevators: Roky Erickson e la psichedelia della tradizione