Altagor: poesia sonora e liuteria sperimentale

Altagor: poesia sonora e liuteria sperimentale

Altagor è un personaggio unico. Attraversa l'esperienza lettrista per costituire, insieme al teorico Robert Estivals e all'artista Chomo, il Signismo. In una terra di mezzo tra poesia sonora e musica sperimentale, si dedica all'ideazione e alla costruzione di strumenti a corda. Dalla sua liuteria escono diversi tipi di cordofoni sperimentali: il pantophone, il métaphone e il plectrophone. Il primo a sfregamento, gli altri due a percussione. Per quanto riguarda la lirica d'avanguardia, è il creatore della meta-poésie come poeta sonoro e della parole transformelle come poeta visivo. Sorta di incrocio tra Henri Chopin ed Harry Partch, rimane nell'ombra per tutta la vita. In inglese si chiama maverick chi percorre un tragitto solo suo, lontano dai greggi e dalle mode. Altagor è stato senza dubbio un maverick, un cane sciolto, un cavaliere solitario in cammino su una strada totalmente personale. Anche solo per questo sarebbe giusto ricordarlo. 

 

 

 

Altagor è lo pseudonimo di André o Jean Vernier, nato nel 1915 e morto nel 1982 o nel 1994. Il mistero avvolge anche i più essenziali dati anagrafici. 

Bob Watts dipinge i vinili

Bob Watts dipinge i vinili

La lampadina nell'arte concettuale

La lampadina nell'arte concettuale