Jacques Carelman e l'invenzione del "logo" del '68

Jacques Carelman e l'invenzione del "logo" del '68

L'artista marsigliese Jacques Carelman, amico di Salvador Dalì, illustratore di Raymond Queneau e figlio spirituale di Man RayMarcel Mariën e Max Ernst, è uno degli ultimi eredi del Surrealismo. Autore del Catalogue d'objets introuvables, un compendio esaustivo di oggetti privi di funzionalità se non controproducenti, passa alla storia per la sua creatività sconfinata nell'ideazione di manufatti divertenti e non-sense. Per il resto, Carelman, oltre a portare alle estreme conseguenze la pratica dell'oggetto surrealista, realizza romanzi per immagini come Saroka la géante e illustra in modo esemplare romanzi tradizionali del calibro di Exercices de style. Infine, come membro del Collège de 'Pataphysique, traghetta non solo la filosofia di André Breton ma anche lo spirito di Alfred Jarry alla generazione del '68. Oggi viene ricordato anche come autore della più famosa affiche del maggio francese, il manifesto che raffigura un poliziotto in uniforme nell'atto di manganellare, con la sigla "SS" sullo scudo protettivo. La serigrafia, inizialmente considerata anonima, per decenni non viene attribuita al patafisico. 

Jacques Carelman realizza la grafica all’Ecole des Beaux-arts di Parigi, dopo aver visto, durante una manifestazione, un atto repressivo da parte della polizia. L'affiche, stampata e diffusa intorno al 19 maggio, diventa presto un'immagine simbolo della rivolta. La scritta "SS" viene aggiunta su un esemplare da un ignoto contestatore ma, nonostante sia un elemento spurio rispetto alla creazione originale, viene replicata in tutte le ristampe successive. Il gioco linguistico verte sulla somiglianza tra l'acronimo della Compagnies Républicaines de Sécurité e quello delle Schutzstaffel: "CRS SS" è lo slogan ingiurioso che gli studenti gridano ai gendarmi, mettendo sullo stesso piano le forze dell'ordine e i nazisti. Carelman giudica pleonastico e fastidioso l'intervento apocrifo: ritiene infatti che l'immagine, chiara ed efficace di per sé, non abbia bisogno di quella specifica. A prescindere dalla modifica, la serigrafia di Carelman rappresenta l'unico caso di attribuzione ufficiale di un manifesto sessantottino e garantisce all'artista i diritti d'autore per l'impiego del logo del '68 su pubblicazioni, cartoline e giochi da tavolo. 

 

 

 

Jacques Carelman realizza la più celebre affiche del maggio francese intorno al 19 maggio del 1968. La sigla "SS" è però un'aggiunta spuria e apocrifa. 

James Rosenquist e la serie di opere dedicata ai chiodi

James Rosenquist e la serie di opere dedicata ai chiodi

SpaceShipp: la collaborazione ambient e drone di Jason Spaceman Pierce e Matthew Shipp

SpaceShipp: la collaborazione ambient e drone di Jason Spaceman Pierce e Matthew Shipp